IL VENTENNALE DELLA 24H OF FINALE, TRA EVENTO E STORIA

Kai Saaler, SOLO, e il Team Marchisio volano sull’anello della 24h of Finale, nelle donne torna sul podio anche la single speeder Ausilia Vistarini e nei team il MTB Oppenau

Un mix di emozioni ha accompagnato la ventesima edizione della 24h of Finale partita con l’evento inaugurale della 6h VoltaAge, la manifestazione dedicata alle bici a pedalata assistita.  

Fin dalle prime ore di venerdì 18 maggio l’Altopiano delle Manie si è affollato di migliaia di biker, accompagnatori e membri dell’organizzazione impazienti di ritrovare anche quest’anno quella partecipazione così entusiasta che ruota attorno al finalese e a ciò che questo territorio offre alla mountain bike.

È stata unicamente l’improvvisa e tragica scomparsa di un amico della bici a cambiare i colori ed il folklore propri di questa festa: il clima disteso della 24h of Finale si è infatti tramutato in silenzio con l’interruzione, per il resto della giornata, di ogni attività prevista. Nella condivisione di questo dolore ci si è stretti idealmente in un abbraccio collettivo che ha scaldato gli animi e che, unito al sole ed alla luce del mattino successivo, ha permesso di ripartire insieme con la manifestazione, all’insegna dello sport e dei suoi valori.

La ventesima edizione della 24h of Finale ha quindi ripreso il programma stabilito sabato 19 maggio con i numerosi eventi collaterali e con la partenza alle Manie dei partecipanti Solo e Team2, seguiti dai Team 4/8/12 che invece hanno affollato piazza di Spagna a Finalmarina.

Sin da subito i protagonisti si sono messi in luce iniziando a imporre un buon ritmo che mano a mano ha scremato i potenziali inseguitori.

Unicamente il vincitore di giornata nella categoria SOLO, Kai Saaler, ha iniziato la gara con ben tre forature che in poco tempo lo hanno relegato attorno alla 15 posizione. Giro dopo giro Kai ha risalito la classifica fino a trionfare nella più prestigiosa categoria, accumulando ben 25 giri per un totale di 300 km.

In seconda posizione chiude Mauro Ranieri con 24 giri, mentre terzo arriva Oliver Best che totalizza 21 giri.

Nella categoria squadre vince il Team Marchisio, composto da 8 elementi che complessivamente hanno totalizzato 35 giri e 420 km. Un vero lavoro di squadra ha portato il Team alla vittoria. Proprio durante la notte, il momento più difficile di una 24 ore, i ragazzi hanno dato il massimo incrementando il distacco sugli inseguitori. Secondi tra i Team arriva il quartetto Haaans con 34 giri, mentre terzi arrivano i Team Rock Nationals (squadra da 8) che percorrono 33 giri.

In ambito Femminile la Singlespeeder più amata dal finalese Ausilia Vistarini vince la gara SOLO con 18 giri e 216 km percorsi, distaccando di 1 giro la seconda classificata Eva Fuenfgeld e di 2 giri Linda Fabris, che chiude terza. 

Nei Team femminili con 26 giri e 312 km complessivi si aggiudica il gradino più alto del podio il Team da 4 MTB Oppenau Powered By Volvo; seconde chiudono le otto STCTC Girls con 24 giri. Mentre terze arrivano Le Ragazze Free Ride con 22 giri.

“La 24H ha contribuito a cambiare il modo di andare in bici e questo non solo nel finalese, attraverso un approccio molto più legato alla passione e meno all’agonismo, sviluppando l’amore per l’utilizzo dei bei sentieri collegato alla loro cura” dichiara Lorenzo Carlini co-fondatore della 24H.

Al di là dei risultati raggiunti dagli atleti, e appassionati, il più grande traguardo per la 24h of Finale è quello di aver saputo mantenere nel corso degli anni la sua particolare indole al di là dell’agonismo tipico della mountain bike. 

La 24h of Finale dà appuntamento al 2019, con un angelo in più a correre assieme ai futuri partecipanti. 

QUI I RISULTATI CON TUTTE LE CLASSIFICHE

Comunicazione

Oggi durante la manifestazione di bici sull’Altopiano delle Manie a Finale Ligure un partecipante ha avuto un malore ed è venuto tragicamente a mancare.

I familiari più stretti sono già sul posto e nel rispetto dell’accaduto tutte le attività di giornata sono sospese.

La 24 ore di Finale prevista per domani si svolgerà con il programma stabilito nel ricordo dell’amico e compagno di avventure scomparso.  

L’organizzazione tutta si stringe attorno ai familiari e amici.

GLI EVENTI COLLATERALI DELLA VENTESIMA EDIZIONE DELLA 24H DI FINALE: STORIA, MUSICA, ATTIVITÀ’ E TANTO DIVERTIMENTO

Il countdown alla ventesima edizione della 24h di Finale è partito. L’attesa per la manifestazione endurance di mountain bike più famosa e partecipata al mondo è quasi terminata ed atleti del panorama endurance nazionale ed internazionale potranno nuovamente incontrarsi sull’Altopiano delle Manie dal 18 al 20 maggio. Quello di quest’anno è un anniversario storico per la manifestazione, che conferma la sua esclusività predisponendo alla gara sportiva una cornice di iniziative ed attività. Alla 24h di Finale ci si diverte, e tanto. 

Per tre giorni l’Altopiano delle Manie tornerà ad essere il fulcro attorno al quale ruota non solo la competizione di mountain bike, ma anche la partecipazione numerosa di accompagnatori, famiglie e bambini, o semplici visitatori ad un evento che genera un movimento di circa 3000 persone. Una grande festa nello spirito di divertimento che anche per quest’anno promette tanta allegria a partire dalla scelta del tema per celebrare questa ventesima edizione: il vintage della mountain bike, un salto indietro nel tempo agli anni ’80 e ’90.

Il programma della manifestazione sportiva prevede 2 competizioni di 24h, che si svolgono nello stesso giorno su un percorso di 12km e 350m di dislivello:

Solo e Team 2 partiranno alle ore 11:00 di Sabato 19 maggio dall’Altopiano delle Manie (zona palco).

I Team 4, 8 e 12 partiranno alle ore 14.00 Sabato 19 maggio - Piazza Vittorio Emanuele II, Finalmarina.

Venerdì 18 maggio invece prenderà via dall’Altopiano delle Manie (zona palco) la VoltAge, una 6h dedicata alla mountain bike a pedalata assistita, che rappresenta il primo evento nel finalese rivolto alle e-mtb, che si svolgerà lungo un percorso inedito, disegnato appositamente per l’occasione, di 7 km per 250 metri di dislivello.

Numerose le iniziative dedicate al pubblico.

In occasione dei venti anni della 24h di Finale, è stato allestito il Museo della 24h di Finale, situato all’interno del Villaggio Evento con apertura h24 e che verrà inaugurato alle ore 15:00 di venerdì 18 maggio; i visitatori potranno ripercorrere un viaggio attraverso gli avvenimenti della manifestazione tra foto, biciclette, grafiche, Buff originali ed una collezione di oggetti significativi.

Per chi volesse portare a casa con sé i venti anni di storia della più famosa competizione di mountain bike, potrà farlo acquistando, presso il 24H Shop, il Libro 24H, un volume fotografico contenente i migliori scatti raccolti dai numerosi fotografi che si sono susseguiti in queste edizioni. Ogni concorrente riceverà il Libro della 24H con il proprio pacco gara.

Se invece desiderate pedalare nel suggestivo contesto paesaggistico delle Manie, segnaliamo l’opportunità di Tour e-bike, grazie alla collaborazione con Finally E-bike: durante il weekend potrete provare dei tour guidati con bici a pedalata assistita; le escursioni, disponibili su prenotazione, sono della durata di circa un’ora e prevedono, oltre al noleggio della e-bike, anche una tappa enogastronomica.

Come ogni edizione, ampio spazio è dedicato alle attività per bambini che verranno intrattenuti dagli animatori attraverso giochi, laboratori e truccabimbi; e, sempre per i più piccoli, ci sarà anche l’imperdibile Kid Race che li vedrà sfidarsi in una gara il cui percorso si snoda all’interno del Villaggio Evento.

Fra i protagonisti indiscussi della 24h di Finale c’è senza dubbio la musica: venerdì sera suonerà la band pop rock Exes, a seguire poi ci si troverà tutti a festeggiare attorno al Toboga Stadium, la celebre tribuna dalla quale il pubblico può applaudire gli atleti che attraversano questo tratto finale del percorso di gara, in occasione del Toboga VentAge Challenge powered by Wild Pigs. Alle 23:30, infatti, prenderà il via questa particolare competizione: tutti i concorrenti percorreranno il tratto di pista sfoggiando la propria bici ed il proprio abbigliamento a tema “mtb vintage”; i più applauditi e acclamati dalla folla riceveranno premi speciali. La serata musicale di sabato 19 maggio, invece, si aprirà con il concerto della 24h che vedrà esibirsi sul palco gli amici Tony Pampero, che anticiperanno il gruppo tutto al femminile "She rock”.

La 24h di Finale è un evento imperdibile e se tutto questo è possibile, oltre allo straordinario lavoro dell’organizzazione, è grazie al supporto dei numerosi sponsor che partecipano alla manifestazione. Non poteva mancare, per la celebrazione dei venti anni, lo storico partner BUFF multi functional headwear, a cui è anche dedicata una sezione del Museo 24H con l’esposizione dei modelli edizione limitata, realizzati in questi anni di evento finalese. Confermato dallo scorso anno il supporto di Montura, sempre più presente nel settore bike con la linea di abbigliamento dedicata. La copertura wi –fi è invece resa possibile grazie al lavoro della squadra di Wime, che assicura la connessione alla rete nonostante le difficoltà di segnale dovute alla zona dell’Altopiano. In qualità di sponsor saranno inoltre presenti: LIV Cycling, un brand totalmente pensato per le atlete donne, numerose coloro che concorrono alla 24H; BeeBad, la bevanda energetica a base di miele prodotta nella vicina località di Vado Ligure e, sempre in ambito alimentare, troviamo Named Sport, integratori specifici per sportivi e Fiber Pasta, un bell’alleato degli sportivi grazie al basso indice glicemico. 

Ci siamo, il countdown alla ventesima edizione della 24h di Finale è iniziato e, in attesa di trovarci sull’Altopiano delle Manie da venerdì 18 a domenica 20, ricordiamo che è concesso allontanarsi dal tema “vintage” soltanto per sincronizzare il calendario elettronico dei vostri smartphone con questo appuntamento imperdibile.

 

Altri articoli...

  • 10Liv
  • 12buff
  • 16-BeeBad
  • 17montura
  • 18fiberpasta
  • 19sportograf
  • 24wime
  • 27namedsport